lunedì 21 maggio 2012

Fisco, conto salato ogni impresa pagherà seimila euro in più - Economia e Finanza con Bloomberg - Repubblica.it

Fisco, conto salato ogni impresa pagherà seimila euro in più - Economia e Finanza con Bloomberg - Repubblica.it:

Roma Fino a qualche settimana fa le preoccupazioni delle aziende si concentravano sul quanto in più avrebbero pagato al fisco quest’anno. Adesso, alla vigilia del principale appuntamento dell’anno con l’Agenzia delle Entrate, si sono spostate sul come e sul quando, perché aliquote e scadenze appaiono confuse come non mai per via del gran numero di riforme che si sono susseguite nelle ultime settimane e che incidono sulla tassazione delle imprese. «Oltre al danno la beffa — protesta Marino Gabellini, responsabile dei servizi tributari della Confesercenti — non solo per le imprese c’è un pesante aggravio, che ancora non riusciamo a quantificare. In più si dovranno anche sudare sette camicie per poter far fronte a tutti gli obblighi fiscali. E’ veramente assurdo che questo accada nel 2012 in Italia, uno dei Paesi più industrializzati nel mondo». Secondo i calcoli di Unindustria Bologna per far fronte a tutti i nuovi obblighi fiscali ogni impresa dovrà spendere dai 3000 ai 6000 euro, il costo di un impiegato dedicato a tempo pieno per uno o due mesi alla raccolta e all’invio dei documenti necessari. Si tratta di «vere e proprie tasse occulte, che drenano tempo e risorse preziose per chi sta cercando in tutti i modi di resistere alla crisi: con la stessa cifra potremmo pagarci l’Imu», denuncia Daniele Salati Chiodini, vicepresidente con delega alle politiche fiscali. Una provocazione? Niente affatto, assicurano all’ufficio politiche fiscali..........
Posta un commento